Logo

Dietologica

Eva, il Serpente e la Mela Candita

Le umiliazioni della donna obesa

La donna in sovrappeso ha mediamente tra i 45 e i 54 anni d’età, è sposata da 20 anni, pesa circa 85 chilogrammi e si sente umiliata ogni giorno. Lo rileva una ricerca di una società britannica che aiuta le persone a perdere i chili di troppo, la Slimming World.

La ricerca, pubblicata sul quotidiano ‘Daily Telegraph’, ha coinvolto 2.257 persone, di cui 1.467 in sovrappeso. Dai risultati è emerso che le persone grasse lottano con le loro emozioni in almeno cinque situazioni di vita quotidiana: quando si guardano allo specchio e nelle foto delle vacanze, quando incontrano i vecchi amici, quando cercano i vestiti in un negozio e quando si vestono per una serata fuori.

“La donna obesa – ha spiegato Caryl Richards, portavoce della Slimming World – affronta una costante battaglia quotidiana con le sue emozioni, come le diete fallite e un disperato desiderio di perdere peso, che provocano una crisi di fiducia, attraversando una serie di situazioni quotidiane di imbarazzo, umiliazione e persino terrore”. Con due persone su tre in sovrappeso o obese nel Regno Unito, secondo Slimming World, “la maggioranza della popolazione e’ ora intrappolata in questo ciclo emotivo di umiliazioni quotidiane e paura”.

L’indagine ha trovato che gli uomini rispondono in maniera più positiva. Le 790 persone normopeso coinvolte nella ricerca hanno risposto in modo positivo in ogni situazione. Secondo Richards, per vincere l’imbarazzo e’ indispensabile un adeguato supporto “Si tratta di attingere al potere di un gruppo -ha concluso- le scelte sullo stile di vita sono spesso troppo difficili da fare da soli”.


Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta utilizzando il modulo in fondo. Il trackback non è attualmente abilitato.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento




Il tuo commento: