Logo

Dietologica

Eva, il Serpente e la Mela Candita

Ecco la foto della “vostra” amica Anoressia

Ieri sera cercavo in rete notizie sui problemi di anoressia. Impressionante la quantità di ragazzine sul web che aspirano a diventare anoressiche.

Ecco cosa scrive una ragazza:

…anche io ero Ana… se lo sei stata e lo desideri veramente, lo ritornerai… piano, piano le forze tornano. Non so bene che meccanismo inneschino le persone nel nostro cervello, per farci allontanare da Ana, ci distruggono totalmente affinchè non crediamo più in noi stesse… Non ho consigli efficaci da poterti dare perchè anche io sono nella tua stessa situazione, ma dobbiamo farci forza l’un l’altra. Prova a pensare a ciò che ti ha spinto ad incontrare Ana per la prima volta, prova a cercare dentro di te quelle ragioni che ti hanno spinto a odiare il cibo e riprendile!!! Se ce l’hai fatta una volta puoi farcela ancora!!!

Cosa rispondere a una ragazzina di 15 anni che scrive una cosa del genere? Ho letto e riletto quello che ha scritto e non mi viene in mente niente di abbastanza forte per scuotere queste affermazioni.

Ho deciso che non voglio scrivere niente, voglio rispondere a questa frase con una foto.

Ecco vi presento Ana, Anorexia, Anoressia, la grande Amica, vi presento quella a cui fate preghiere perchè volete vi dia la forza di essere come lei:

Due sorelle MALATE di anoressia. No, non è una foto modificata con Photoshop! Quella con la maglia bianca è morta e solo dopo che è morta… la sorella si è decisa a chiedere aiuto. Questa è la vostra amica!

Chiedete aiuto a un genitore, al vostro medico, ai consultori familiari, a un’amica, agli ospedali dove c’è un reparto per la cura dei disturbi del comportamento alimentare.

Fate qualcosa…ORA!


64 Commenti »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


64 Risposte a “Ecco la foto della “vostra” amica Anoressia”

  1. 1

    tenace dice:

    Brava Marina! Cosa si può dire davanti a tanta cieca ostinazione?!
    Viviamo in un mondo malato e più vado avanti mi rendo conto che aiutare chi soffre di DCA diventa sempre più dificcile e frustrante anche per gli operatori stessi…
    Io, ho già avuto modo di dirlo, sono stata malata per quasi vent’anni; ora dedico la mia vita a chi ha sofferto come me.
    Comprendo i meccanismi perversi di tali malattie ma penso che l’istigazione al lento suicidio sia un reato da perseguire… ogni tanto perdo la pazienza anch’io!
    un abbraccio grande a tutte voi e grazie per quello che fate:l’unione fa la forza!eh! nel bene e nel male…

  2. 2

    Didde dice:

    Questo post è un colpo al cuore. Non tanto per il contenuto ma per l’immagine. Mi sembra (e sottolineo) mi sembra) una storia vecchia. E con questo voglio riferirmi proprio al tempo. Mi pare che fosse la stessa identica foto che trovai sui giornali quando avevo più o meno 12-13 anni. Ricordo che rimasi impressionata. Ricordo che mi domandai come ci si poteva ridurre a quel modo. Ricordo che pensai come si poteva essere così stupide.
    E paradossalmente poi sono diventata stupida anch’io…

  3. 3

    Cinzia Zappa dice:

    Cara Didde,
    Non so se quasta sia una foto vecchia o recente.
    Se lo fosse sarebbe ancora più tragico, perchè vuol dire che in oltre un decennio non è cambiato nulla.
    Si è stupidi in vari modi, non ti crucciare, ma và avanti a lottare come stai facendo che sei in gamba!

  4. 4

    Didde dice:

    Cinzia, per quanto sia triste a mio avviso non cambierà mai nulla. Anzi, la situazione andrà peggiorando con il passare degli anni.
    Rispetto ad un decennio fa credo che la % di persone affette da DCA sia aumentata in maniera vertiginosa. Certo è vero che prima se ne parlava molto meno, ci si rivolgeva meno ai centri di cura, ci si vergognava di più.

  5. 5

    Cinzia Zappa dice:

    Ecco magari se ne parlava di meno.
    Anzi magari non era neanche vista come una malttia, ma come una fissazione… Sai, è fissata col peso!
    Quante volte hai sentito questa frase rivolta a qualcuno?
    E la soluzione era: massì che ci vuole, mangia di più!
    Il fatto che se ne parli di più, almeno a livello generale, perchè poi in realtà le cose non sono ancora cambiate molto, è già un buon inizio!
    Non so, magari la % è aumentata, o magari è solo venuta a galla…
    Il prossimo passo che mi auspico è che anche un obeso non venga visto come: poverino non ce la fa a trattenersi,
    Basta mangiare di meno e via dicendo…
    Chissà?!?

  6. 6

    doni dice:

    la foto risale ai primi anni 90, in quel periodo ero anoressica e la visione su un giornale di quelle due sorelle (per dovere di cronaca sono morte entrambe dello stesso male) fu allora un grosso stimolo per cercare di venirne fuori. Sono passati molti anni, dopo una brutta delusione ci sto ricadendo, guardo e riguardo quell’immagine ma questa volta non mi fa piu’ nessun effetto…

  7. 7

    Marina Morelli dice:

    Si la foto è vecchia. Io molti anni fa ascoltai la storia delle due sorelle in televisione e appena ho visto la foto mi sono ricordata.
    Parlava la sorella sopravissuta al telegiornale (se non sbaglio sono inglesi) e raccontava della morte della sorella e della sua richiesta d’aiuto.
    L’anno successivo ripresero il servizio e fecero vedere quanto era migliorata e ringraziava chi l’aveva aiutata. Dopo di allora non ne ho più sentito parlare. Se è morta dopo non so.
    Qualcuno si ricorda come si chiamano?

  8. 8

    ilaria dice:

    Ciao,
    il mio non è altro che uno sfogo…..ho 28 anni sono alta 1,77 e peso 52 kg,soffro di bulimia e anoressia da circa 10 anni ed pra devo scegliere se guarire andando in clinica o se trascinare questa cosa ancora x non so quanto…..e in più ho dei terribili sensi di colpa nei confronti dei iei genitori x il dolore che gli sto provacando….

  9. 9

    Marina Morelli dice:

    Quindi la scelta è tra la vita e la morte. Tu che scegli?

  10. 10

    Didde dice:

    @Cinzia. Hai ragione. A mio avviso non so quanto sia giusto che se ne parli di più. O per meglio dire, bisognerebbe parlarne, ma nel modo giusto. Ci sono troppi luoghi comuni, troppe barriere, troppe fasi fatte (appunto “sei troppo magra, fai schifo mangia” oppure “sei grassa fai schifo smetti di mangiare”) E ora che si è scatenata la tv mi pare pure peggio. Di trasmissioni che trattavano di dca ne ho viste a bizzeffe. Sui contenuti, sulla profondità quelli che si sono salvati si contavano sulle dita di una mano.
    @Doni e Marina. Mi sembrava di aver visto giusto. Sta storia me la ricordo appunto troppo bene. Ne parlammo addirittura in casa (paradossale come si parlasse di certe cose prima che mi ammalassi io). Doni se hai la consapevolezza di starci ricadendo cerca di usarla a tuo vantaggio per lottare da subito contro.
    @Ilaria. Stai ancora a pensare? vai in clinica! hai la mia stessa età e più o meno gli stessi anni di malattia alle spalle, ti assicuro che potrai stare molto meglio.
    @Amministratrici. Scusate l’intrusione :-)

  11. 11

    Cinzia Zappa dice:

    Tranqui Didde, una come te con un trascorso come il tuo ha il diritto di dire quel che pensa.
    Anzi, magari detto da te questo ha più senso e viene ascoltato, forse, in maniera diversa.
    La difficoltà di comunicare è ormai all’ordine del giorno per molti ed è paradossale in un mondo sempre più interconnesso.
    Blog, internet, mail, chat, forum, social networks e cellulari … e non riusciamo a COMUNICARE con chi ci sta accanto!!!

  12. 12

    ilaria dice:

    vorrei scegliere la vita fare tutte le cose che non ho fatto fino ad ora, ma non vorrei la clinica=prigione.
    Quando parlo così è la mia parte sana a parlare, maora che è ora di pranzo nello stessomomento c è la mia parte malata chemi dice di non mangiare…….e sono sola……

  13. 13

    Cinzia Zappa dice:

    Ilaria,
    la conosci l’alimentazione meccanica?
    Farò un post dove magari la descrivo un pò….
    A molti fa, davvero!

  14. 14

    Didde dice:

    Con me almeno funziona!

  15. 15

    ilaria dice:

    si la conosco con la mia dottoressa la abbiamo provate tutte o meglio lei le ha provate tutte, x un xiodo le dovevo addirittura mandare un sms dopo pranzo in modo da non vomitare;ma non ce la faccio
    vedo lemie foto sono magrissima ma poi quando sono al tavolo disastro o digiuno o mi abbuffo…..

  16. 16

    Marina Morelli dice:

    Ilaria hai mai pensato a un ricovero in una struttura?

  17. 17

    ilaria dice:

    si ma ho paura
    lasciare tutto x un ricovero

  18. 18

    Marina Morelli dice:

    solo tu puoi e devi decidere ma per un attimo guarda la foto di queste due ragazze…
    ora metti su una bilancia..i pro e i contro…
    scegli di vivere e andare in una struttura o scegli di morire?

    solo tu puoi decidere…

  19. 19

    s. dice:

    Sono una ragazza di 27 anni che ha sofferto di anoressia dai 15 ai 23 anni,8 anni di lunghi e asfissianti ricoveri( li vedevo cosi’..) volevo dimagrire dimagrire …solamente dimagrire,solo cosi’ mi sentivo forte e felice. Con il tempo ,però,mi resi’ conto che diventavo sempre piu’ triste e sola..sola..ma non ce la facevo ..!D’altronde anchei ricoveri si facevano sempre piu’ lunghi perchè non collaboravo..alimentazione forzata,pedinamenti,addirittura mi legavano per non farmi muovere dopo i pasti..rabbrividisco a pensarci..Ricordo il mio peso:37 kg per un’altezza di 1m e 75cm ma non ho un ricordo visivo della mia immagine passata…Una mattina di 4 anni fà ,dopo un prelievo ematico,mi sentii male poi ricordo che mi svegliai’ in una stanza di terapia intensiva cardiologica. Ecco non so cosa mi successe ma da li’,molto graduatamente e da sola, riiniziai ad instaurare un rapporto sano con la vita e poi con il cibo. Oggi ho ripreso in mano tutto ciò che avevo perso, sono felice ma nonostante tutto sentire nominare questa malattia mi fà star male.. ringrazio comunque tutti in quanto se ne parla cercando di fare prevenzione .

  20. 20

    Marina Morelli dice:

    Grazie S.
    per la tua testimonianza. Posso chiederti un favore?
    posso usare quello che hai scritto come post nella home?

  21. 21

    s. dice:

    Si,ma posso chiederti,ti dò del tu se non ti dispiace,che cosa significa?Ops!

  22. 22

    Marina Morelli dice:

    Scusami mi era sfuggito il tuo commento..
    niente di particolare ne volevo fare un post.
    La tua storia mi sembrava incorragiante e qui potrebbero leggerla poche persone invece nella home la leggerebbero più persone.

  23. 23

    silvia dice:

    Io vorrei solo dire che la vita è solo ” una ” quindi cercherei di evitare d fare pazzie come di nn mangiare…. io nn so cosa si prova a rifutare il mangiare …quindi insomma chiedo a tutte le ragazze che sofronno di questo problema,di pernsare ,che si vive una volta sola e che i nostri genitori hanno fatto dei grossi sacrifici per farci stare bene di salute…

  24. 24

    Alessandra dice:

    Ciao…mi chiamo Alessandra..ho 18 anni…io ho sofferto di anoressia da quando avevo 15 anni… ora con l’aiuto della mia famiglia, dei medici e dei psicologi ne sono uscita… ma nn del tutto… mangio però quando mi guardo allo specchio vedo solo che nn sono magra…ho paura… qualcuno mi può aiutare a nn rifare lo stesso errore …per favore aiutatemi…

  25. 25

    raffaella di donna dice:

    Ciao Alessandra,
    forse tu sai meglio di me, perchè l’ho vivi in prima persona che quando ci si vede grassi ma in realtá non lo si è , è un problema che si chiama disturbo dismorfofobico,
    Questo significa che ci si vede diversi da come ci vedono gli altri e dalla realtà ,
    Per chi non lo sapesse il disturbo disformofobico è un po come quando vai al luna park e ti specchi con gli specchi deformanti..
    Però fortunatamente puoi verificare tu stessa se sei magra, grassa o normale pesandoti e calcolando il tuo bmi… cosi puoi renderti conto che a volte la realta soggettiva non è la stessa di quella oggettiva!!
    Noi siamo qui per ogni tuo sfogo, per un consiglio, un informazione ma gli unici che possono aiutarti veramente sono i medici che ti hanno seguito finora.
    Quindi raccontaglielo a loro e digli lo stesso che hai detto a noi, sicuramente uscirai dalla malattia completamente!!!
    a presto ciao

  26. 26

    Cinzia dice:

    Alessandra, innanzitutto tu sei la prima che ti puoi aiutare e ti stai aiutando benissimo, se vuoi sfogarti noi siamo qui!!!
    Puoi parlare dei tuoi pensieri, dire quel che provi senza paura di non essere capita né vergogna del tuo problema!
    Non pensare al fatto che non sei magra, pensa che sei sana, che stai bene, che potrai avere una vita piena e lunga, proprio grazie al fatto che il tuo corpo non è più solo pelle ed ossa!
    Potrai viaggiare, amare, essere moglie e madre, danzare e sognare e tutto questo perchè hai voluto uscirne.
    La taglia, il peso sono numeri, non ci qualificano come persone!
    Non scordarlo mai!!!
    Un bacione

  27. 27

    anna dice:

    salve..
    sono una ragazza di vent’anni e da tre sono bulimica..
    tante volte mi son detta, posso uscirne quando voglio, ma non ci sono ancora riuscita.
    certe smetto per un mese e poi? ricomincio come prima, ricomincio a farmi del male anche se ne sono consapevole, ricomincio a fare del male al mio compagno. non esco di casa, faccio delle grandi abbuffate anche se sono a dieta e poi vomito tutto. spesso salto dei pasti, così mi viene un super appetito e mi è piu facile abbuffarmi.
    Fin da quando ero piccola il mio rifugio è stato il cibo. Quando ero triste o c’era qualcosa che non andava, mi riempivo di merendine o qualsiasi altra cosa. Ho fatto 5 mesi di terapia nel quale però non ho risolto niente se non dire un sacco di bugie, non riuscivo a dire ciò che sentivo realmente, dicevo ciò che la psicologa si aspettava ed dopo i 5 mesi ho mollato e mi son detta che era colpa sua che non mi ha aiutata non mia che non mi volevo curare..
    Purtroppo la mia famiglia non mi ha aiutata tanto, un pò perchè non volevano vedere che ero malata, un pò perchè nascondevo tutto dentro di me e dietro quella maschera di felicità eterna. I miei mi facevano notare sempre quanto ero tondetta, mi dicevano che ero una balena, ed invece ero perfetta, ora invece sn ingrassata e mi faccio ancora piu schifo di prima..
    mi chiudo spesso in me stessa, mi sembra di essere pazza.. ho paura, perchè sò di non riuscire a togliermi dalla testa queste manie.. penso spesso alla morte.. lo sogno.. mi tormenta.. sto impazzendo?? io non sò che fare..

  28. 28

    Cinzia dice:

    Mo che non sei pazza!!!
    E’ che sei malata ed ad un certo punto una per sfuggire a questo incubo spera anche nella morte.
    Invece devi sperare nella vita, devi pensare al tuo ragazzo, ai tuoi vent’anni, a quello che ti aspetta fosse anche una giornata in montagna o un cinema col tuo moroso.
    Magari i tuoi non sapevano come aiutarti e hanno cercato di far finta di niente.
    Così come noi vogliamo fare finta di niente su determinante cose, come se, così facendo, non ci fosse il problema.
    Devi farti aiutare da una psicologa, cosa credi che lei non abbia mai visto gente coi tuoi problemi?
    Mica è una sciocca, saprà come aiutarti, se tu ti fai aiutare!

  29. 29

    stefy dice:

    anch io sono stata malata e posso dire a chi non crede di potercela fare che si puo’guarire. DOVETE TIRAR FUORI LE PALLE!!!!! solo dopo sara’ VITA!!!!
    Fatevi aiutare assolutamente da persone competenti

  30. 30

    Cinzia dice:

    Grazie Stefy!!!
    Grazie per la tua testimonianza!

  31. 31

    lily dice:

    ragazze, capitata qui per caso qualche giorno fa, non posso fare a meno di pensare quanta straordinaria empatia e coesione ci sia tra noi donne. ringrazio quindi tutte voi che partecipate a questo forum e lascio la mia testimonianza,sperando possa servire.
    ho iniziato ad avere problemi di anoressia a 15 anni, non volontariamente, ma a seguito di una storia con un’uomo più maturo che ha portato nella mia vita tanti sensi di colpa per il dolore che provocavo ai miei genitori. da li il rifiuto per il cibo, per il mio corpo, per me stessa. non sono mai giunta al ricovero,ma sono giunta a pesare 34kg per 155 cm di altezza.pensate che nella cieca follia di quell’anno piangevo in bagno perchè il monte di venere mi sembrava una deformità nel mio corpo, grasso superfluo da eliminare, come avevo fatto con il resto del mio corpo.le crisi di mia madre nel vedere come mi distruggevo mi hanno spinta alla bulimia, mangiavo davanti a lei, poco, per non darle dispiacere e poi con mille stratagemmi vomitavo fino alla bile.devo dire che forse è stata la bulimia a permettermi di non esser mai ricoverata. mi ha fatto rimetter su un pò di peso, poi ovviamente anch’essa è stata scoperta. è durato in tutto 5 anni, uno da anoressica e 4 da bulimica, con ricadute sempre più rade.poi lo sport, la voglia di tornare donna, di avere un fisico bello, muscoloso, con le curve (finalmente un seno!!!) mi hanno riportata alla vita. ora ho due chiletti che secondo me sono di troppo, ma rientro comunque nel mio peso forma, ho una muscolatura ben sviluppata,e gli uomini,nonostante non sia un’acciughina, si voltano per strada, e non per vedere un penoso mucchietto di ossa! l’anoressia è una malattia complessa e perversa, e per superarla bisogna capire le cause che ci spingono all’autodistruzione. non permettete che i sensi di colpa vi privino della vita, della gioia e del cibo!

  32. 32

    stefy dice:

    Vorrei dare il numero di telefono di un centro per i disturbi del comportamento alimentare che a me ha ridato la vita!!! C.D.C.A. (Brescia)TEL.0302528555.
    CHIAMATE!!!!!!

  33. 33

    Cinzia Zappa dice:

    Grazie Stefy,
    io ho trovato questo indirizzo:
    C.D.C.A. (Brescia)
    Centro Pilota Regionale
    c/o l’Ospedale Fondazione Richiedei di Gussago
    via Richiedei, 16.
    TEL.0302528555.
    Me lo confermi?
    Così lo metto nella pagina dei centri di cura!!!

  34. 34

    Cinzia Zappa dice:

    Grazie lily per le tue parole e per aver condiviso con noi la tua esperienza!

  35. 35

    stefy dice:

    confermo l’índirizzo Cinzia.
    CHIAMATE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  36. 36

    ROSANNA DI CAROLO dice:

    ciao a tte!sono1ragazza di quasi17anni.è incoraggiante e al cntempo scoraggiante leggere i commenti e le testimonianze di voi ragazze.èINCORAGGIANTExkè è la prova ke molte di voi ke hanno solo incntrato o ke hanno stretto amicizia cn la cosiddetta ANORESSIA trovino relegato dentro loro quel barlume di luce,quel residuo di forza ke vi permette di gridare a sottovoce xcio’ke piu’ vi tormenta:il cibo.èSCORAGGIANTE XKè cio’è la testimonianza di quanto questa malattia gironzoli sempre piu’.1anno fa,a15anni,ank’io stavo xcadere dentro questo tunnel vertiginoso poikè da lontano ho visto quella persona,la falsa amica ANORESSIA ke mi kiamava.la causa di cio’sn state alcune persone ke mi facevano notare la trippetta,sembrava ci godessero!!lo spekkio mi diede la conferma di quel filino di pancia ke potevo appiattire.non sarebbe stato difficile.nn ero nemmeno in sovrappeso.cosi’mi misi d’impegno xdimostrare a tti ke potevo diventare ancora piu’ snella.il mio motto era:”DIMAGRIRE PER DIMOSTRARE”.LA DETERMINAZIONEa perdere giusto2kiletti divenne prestoFISSAZIONE.arrivai al mio peso forma:53kili.era bello sentirsi dire ke cosi,cn la pancia piatta,stavo proprio bene.ma io nn ero cntenta,nn mi bastava,nn ero soddisfatta.volevo cntinuare e cosi sopraggiunse l’OSSESSIONE ke si tramuto’nell’OSTINAZIONE di dimagrire ancora.nn ho mai digiunato pero’ridussi ancor piu’le porzioni di cibo e facevo ginnastica ogniqualvolta ne avevo il tempo.sfiorai i 49kili per1.64di altezza.mi dicevano ke ero diventata troppo magra,diSMETTERLA.la tavola era diventata1CAMPO DI BATTAGLIA.da1bel po’ho capito ke questa guerra ke conducevo nn era a mio favore.NON era X ME STESSA,ma CONTRO ME.ne sn uscita ancor prima di entrarci grazie alle mie amike,ma SOPRATTUTTOgrazie ai miei GENITORI ke mi rimproveravano cntinuamente solo per il mioBENE.ora sto bene.ragazze,siete belle cosi’,anke cn1kiletto e 1filino di carne in piu’.so ke xmolte il cntrollo del cibo equivale al controllo di se stesse,ke vedendovi pelle e ossa vi sentite forti e vittoriose,pronte a prendere la bandiera della magrezza mortale ke è affissa su1cima ke voi,cn la vostra DETERMINAZIONE SBAGLIATA farete diventare sempre piu’alta e irraggiungibile xkè nn vi sentirete mai magre abbastanza.PER FAVORE,nn raggiungete mai quella bandiera assassina,nn intrapendete quella strada.usate la stessa Determinazione x1altro scopo:VIVERE.dimostrate a tti ke potete ritornare in salute,cn delle belle forme(sarete molto piu’attraenti!!).ripeto:sentitevi stupende e unike cn quei visini tondeggianti e quel filino di pancia ke nn guasta mai.RICORDATEVI ke la magrezza eccessiva nn vi rendera’felici.NON è LA MAGREZZA KE FA LA FELICITA’! sono qui x ogni vostro sfogo!!!

  37. 37

    marika dice:

    ciao mi chiamo Marika ho 17 anni e soffro di anoressia da quando ne avevo 10 sono la bellezza di 7 anni che non faccio altro che andare dentro e fuori dagli ospedali, non sopporto l’ idea di non aver vissuto questi anni, di non avere avuto una vita come tutti i ragazzini della mia età, li rimpiango giorno e notte e la cosa più brutta è che ancora oggi non ne riesco ad uscire… ho raccontato questo per tutte quelle ragazze che sono all’ inizio di questo incubo, non lasciate che questa bestia prenda il sopravvento chiedete aiuto subito…so che non lo farete xò sappiate che andrete incontro ad anni di continuo dolore, di continui sensi di colpa nei confronti delle persone più vicine a voi, di continua solitudine

  38. 38

    giorgia dice:

    cara marika; anche io ho sofferto per “poco tempo” di bulimia..e ora ne sono un po uscita..non del tutto ma è normale…e ti dico che come incoraggi le altre ragazze a lottare e a stare lontana da questo incubo, io incoraggio te a continuare a lottare!!dai..!per qualsiasi cosa scrvimi!!

  39. 39

    valeria dice:

    a me qst foto nn fa impressione…anzi..la mia è un’ossessione…qnd vdo le anoressike m viene il nervoso..perk ank io vorrei essere cm loro…

  40. 40

    lily dice:

    valeria,posso chiederti perchè vorresti essere come loro? cosa trovi di attraente in quei corpi?

  41. 41

    emptyfield dice:

    scusate se mi intrometto. ma vi è mai passato per la testa che a buon bisogno non gliene frega niente di essere attraenti? che il problema di fondo *non* è quello? perché qui e altrove leggo tanto di gente che dice “agli uomini piace toccare la carne! non sarete attraenti!” e nessuno si pone il problema che magari in fondo lo sanno benissimo e non gliene frega perché cercano qualcosa di altro rispetto ad una scopata.

  42. 42

    lily dice:

    infatti chiedevo a valeria cosa trova lei di attraente in quei corpi. perchè io, anche quando ho sofferto di anoressia, se avessi visto una foto del genere non avrei provato invidia. il ribrezzo per la vita coinvolgeva solo me e il mio corpo, non gli altri

  43. 43

    emptyfield dice:

    capisco, scusa se sono partita in quarta.. pensavo fossi una di quelle tante persone che parla senza sapere :P

  44. 44

    emma dice:

    ho 38 anni ho sempre avuto problemi col cibo sin da bambina,adesso sono anoressica peso 48 chili x 1,65 cm di altezza.Vado dalla psicologa,ke è molto preoccupata per me sapete perkè?Perkè le ho detto ke non ne voglio uscire e voglio sparire e non voglio più essere aiutata.La mia vita negli ultimi 6 mesi è stata un disastro dietro l’altro,e non ho più voglia di reagire mangio appena per non sconvolgere troppo i miei genitori con cui sono dovuta tornare a vivere perkè dopo 8 anni di violenza psicologica da parte del mio ex compagno e socio di lavoro,l’ho lasciato.Ma vivo con i miei genitori cazzo! scusate la volgarità.Dopo tutti questi anni in cui questo ragazzo mi ha fatto sentire una nullità,ne ho conosciuti altri due ke mi hanno fatto sentire amata,ma mi hanno lasciata entrambe e ora sono crollata.Non amando me stessa ero felice ke qualcuno mi amasse,ma non è stato cosi mentivano!Per cui è molto difficile vivere nonostante mi renda conto di cosa mi sto facendo,so ke non la faccio a nessuno se non a me,ma è quello ke voglio,farmi del male.Per favore non mandatemi email ke questo è il computer di casa,se legge qlcsa mia madre va fuori di testa,saluti a tutte donne anoressike e non

  45. 45

    Marina Morelli dice:

    La tua email non è visibile ai lettori tranquilla.

  46. 46

    Gianna dice:

    Emma, il tuo sfogo mi ha colpito ma ti assicuro che i tuoi problemi non sono tanto diversi da quelli di tanti altri, ciò che li rende unici e irrisolvibili è la percezione che tu ne hai. I fallimenti, le delusioni, le frustrazioni sono parte della vita con cui ci tocca convivere. A dire il vero io per prima ho sempre la sensazione di essere sola, inadeguata e non amata ma non per questo demordo, anzi, sento che con questi disagi c’è qualcuno di cattivo che gode nel vedermi soffrire e mi scatta automaticamente una molla interiore che mi sprona a reagire perchè odio darla vinta agli altri su di me e cerco di essere la prima ad amarmi. Il segreto è questo: Tu sei come una rosa in un vaso, sta a te decidere se coltivarla o lasciarla appassire. Coltivala con momenti di svago, spendendo un pò di soldi in abbigliamento, trucco, profumo, parrucchiera, accessori e tutto ciò che può regalarti un pò di piacere; guardati allo specchio senza vedere solo i tuoi difetti ma ammirati per il buono che c’è in te (tanto i difetti ce l’hanno tutti!) e mangia frutta, verdura e prodotti sani (sono una cura di bellezza e non servono solo per sopravvivere). Più ti senti sola e più devi renderti conto che lo sei perchè sei abbastanza forte da poterlo essere. Non cercare mai la tua realizzazione personale negli altri…Dipendi da te stessa e realizzati da sola. Per il resto, anche se ti avrò annoiata spero che decidi di volerti bene e di fiorire come meriti.

  47. 47

    emma dice:

    grazie tutto quello ke dici è verissimo e lo faccio sai,ho comprato vestiti e quant altro,ho amici ke mi sostengono e una sorella meravigliosa ke mi dice le tue stesse parole.Pensa,non per essere vanesia,ma sono una bella ragazza ,però sono proprio di quelle ke non si apprezzano mai per quanto faccia ora mi sento una rosa ke sta solo appassendo!

  48. 48

    Gianna dice:

    Cara Emma, non lasciarti abbattere! Un giorno mi hanno raccontato la storia di due topolini: sembrava una cretinata ma non lo era… Erano caduti tutti e due in un secchio dove c’era del latte e non riuscivano ad uscirne. Per sopravvivere nuotavano e zampettavano come meglio potevano ma senza risultato; uno dei due si era stancato troppo e si arrese non vedendo via d’uscita, mentre l’altro pur vedendo l’amico non reagire continuo’ e continuò anche se non sperava di salvarsi. Ad un certo punto si sentì come galleggiare, sollevato… Guardo’ sotto le zampette e sorpresa delle sorprese: il latte era diventato panna! Il topino uscì dal secchio e si salvò.
    La morale della storia è più che chiara: bisogna perseverare nelle difficoltà.
    Non fermarti ma continua a darti da fare: lo so che non tutti i problemi possono essere risolti con determinazione e buona volontà; a volte ci vuole fortuna e beata chi ce l’ha. Tu forse non ce l’hai e in tanti come te dobbiamo sudarci tutto e forse otteniamo poco, ma andiamo lo stesso avanti perche’ nessun giorno è uguale ad un altro.
    Buona fortuna!

  49. 49

    chicca dice:

    ciao a tutti…posso dire che dall’anoressia si puo’ guarire con tantissima forza e coraggio, ogni giorno e’ un giorno in piu’, una vittoria …dimenticati della bilancia (mia madre una volta la butto’ dal balcone perche’ mi pesavo una ventina di volte al giorno) la forza non e’ nel non mangiare ma nel mangiare senza che il cibo sia un nemico…provate ad assaporarlo, lentamente, dolcemente come se fosse una musica per il vostro palato…la vita amiche mie va presa di petto e non fuggire da essa….io ho 42 anni e non sono state tutte rose e fiori, il lutto dei genitori e varie delusioni e dolori…pensavo di non farcela….ho conosciuto Ana a 20 anni e da svariati mesi l’ho lasciata li’..da sola…..non potevo e non volevo piu’ essere sua amica, mi avrebbe distrutto totalmente….i primi periodi si sta male , e’ normale , ma quale vittoria e’ piu’ grande di questa ??? la vita e’ un bene prezioso al quale non possiamo far del male, non possiamo farlo anche se poi ci giustifichiamo …perche’ noi siamo cosi’….ogni cosa ha una giustificazione…..io posso dire che ero cosi’!!! si puo’ guarire, si guarisce, basta volerlo…dimostrate a voi stesse che meritate tutto questo perche’ lo meritate immensamente e che non siete deboli….io spero che queste poche righe possano entrare nel cuore e soprattutto nella mente di chi legge e sta passando quello che ho passato io ….non annullatevi senza motivo, io ci ho messo 22 anni e poi ho trovato il coraggio..ho perso tanto tempo che non tornera’ mai piu’…….IO OGGI VIVO

  50. 50

    giada dice:

    nn ti devi preoccupare ce la farai a uscirne…. come me io ne sono uscita da poco. pesavo solamenti 29 kg speriamo bene….

  51. 51

    giada dice:

    ciao io sono giada… ho solamente 17 anni e soffro di anoressia….. amike nn vi preoccupate ce la faremo…. un bacio a tutte…………….

  52. 52

    katy dice:

    ho paura.sono una mamma di una ragazza anoressica. era bella da far invidia.mi si spezza il cuore ogni volta che la vedo nuda o scoperta. ragazze pensate a chi vi ama al di sopra di ogni cosa. private della gioia di vita voi e i vostri genitori. chiedete amore, ne hanno tanto ma devono conservare le fprza per seguirvi.

  53. 53

    emilia dice:

    ho sofferto di anoressia e bulimia quando avevo 15 anni e queste bestie mi hanno seguito per 5 anni. grazie all’aiuto di mio padre sempre presente e comprensivo sono riuscita ad uscirne fuori non con poca fatica. ho passato momenti terribili, cadute e rialzi, sofferenza e piccole gioie talmente fragili da perderle subito, contrastata da lacrime e piccoli sorrisi. la comparsa del ciclo fu i momento più doloroso e più felice della mia vita. mi sono aiutata accettando settimana alternate di ricoveri per ristabilire anche la mia funzionalità renale e digerente e sono dovuta andare avanti a medicina per tutti i 5 anni. mio padre quando tornava dalla farmacia sembrava che fosse andato al supermercato a fare la spesa. riscontrai anche la depressione perchè se la volontà c’era in me di guarire per mettere fine alla sofferenza non solo mia anche di mio padre, la mia mente era ancora continuamente invasa dalle voci di quelle bestie fameliche che dicevano di volermi aiutare.
    ma alla fine ce l’ho fatta. mio padre per seguirmi durante quegli anni, mise da parte la sua salute e alla fine la consseguenza fu che dopo 5 mesi dalla mia totale guarigione, perse la vita in termine di tre mesi per un tumore a stadio avanzato al polmone. morì il 25/11/2004. per me fu un altro colpo basso che la mia vita mi diede, volevo morire nel vero senso della parola, poi mi resi conto che per onorare l’amore e l’aiuto di mio padre altro non potevo fare che cercare di vivere al meglio e stare bene. è dura ma ce la sto mettendo tutta. ora ho 26 anni, ho un uomo accanto stupendo che mi aiuta a superare le mie crisi di nostalgia e di pianto quando ne sento il bisogno e sono almeno serena.
    a katy vorrei dire solo che come mi diceva mio padre quando gli domandavo se non fosse stanco nel seguire i miei passi, la forza e la manifestazione dell’amore sono due cose che camminano mano nella mano perchè l’una è la forza dell’altra. senza forza non c’è la manifestazione dell’amore e senza l’amore non c’è forza. la manifestazione dell’amore deve essere proprio un momento in cui si riacquisti le forze per andare avanti con più fiducia, quindi quando ti senti stanza invece di litigar abbraccia tua figlia e fa sentire la tua presenza accanto a lei perchè solo così potrai ritrovare la forza nell’andare avanti.
    non guardare tua figlia con compassione quando è nuda o con dispiacere devi farle capire che le sei vicino ugualmente altrimenti si allontenera perchhè si sentirà sempre criticata. usa molto tatto con lei e stimola a fare le cose insieme a partecipare a un qualcosa che a lei piace e che vi permetterà di stare vicine. devi essere il suo bastone per unirti a lei non starle addosso, ma con una certa distanza riuscirete a comunicare meglio. e vedrai ceh si fiderà di più in te.
    auguri a tutti un bacio emilia

  54. 54

    anna dice:

    annullate i siti come ana…nn permettete che vi si diano consigli di come dimagrire sbagliato,col vomito , e altri che mettono in testa ad addolescenti di essere delle mazze….help sono una mamma che ha questo problema con mia figlia,si è messa in testa di arrivare a 40 kg … mettete più annunci pubblicitari su cosa si va incontro ,quali sono le malattie che si incontrano e tante altre brutte cose,anche col distruggersi del rapporto della famiglia e amici,chealtro dire……aiutate i giovani a nn far leggere determinate cose….mi fermo qui,scusate se nn sono riuscita a scrivere quello che vorrei,darò il da farsi con lei prima che sia troppo tardi. cordiali saluti

  55. 55

    rachele dice:

    ciao a tutte mi sn appena inscritta xkè è la prima volta k entro in questo sito…bhe io oggi faccio 17 anni e sn contenta….volevo dire k ho sofferto di anoressiaall’età di 15 e poi ho preseguito cn bulimia nervosa ma senza condotta…bhe ora peso 73…da 40 k ero x 1.74….
    io ora sn contenta di essere uscita dalla anoressia anke se combatto ankora cn psicologi e psichiatri x la bulimia….cmq io sn andata in un centro apposta…ho conosciuto molte persone cn questi preoblemi e veramente è utile xkè cn attività e vivendo 24 ore su 24 cn persone k ti capiscono o k hanno avuto gli stexi tuoi problemi è molto conoslatorio e a me ha fatto crescere…xkè insieme ci siamo date una mano!!!e cm si dice l’unione fa la forza…cmq prego tt le anoressiche di pensare k la vita è bella e nn va sprecata così…cercate di uscirne!!!vi prego xkè sinceramente quando vedo una persona anoressica in giro ci sto davvero male xkè capisco k kosa ha passato!!!
    un saluto a tt bacio

  56. 56

    marcello dice:

    ciao a tutti !!!! purtroppo anoressia a oggi girno e aumentatta in maniera allucinante, per es, la mia compagna 4 anni fa pesava 150 kg qindi obbesa ! due anni fa a iniziato una dieta per conto suo , senza nessun sostegno da parte di dott. !!! purtroppo e diventata un ossesione da parte sua , ora la sua ossesine la portata in clinica un mese fa pesava 43kg qando e entrata nella clinica ,la sua vita e stata sempre una vergna perche la gente si girava a guardarla ! poi con tutte psicostorie che una persona si fa ,ora come ora mi sento di mandare un messaggio a tutte le ragazze che soffrono di dca!!!! non abbiate paura di parlare del vostra anoressia … bulimia … obbesita …ecc il vostro silenzio non vi auitera mai a guarire da qesto inferno maledeto !!!!!!! a parma preccisamente a monticceli terme dove [e ricoverata la mia compagna] e la 1°in tutta l”europa con i migliori dottori psicologhi che curano IL DISTURBO ALIMENTARE ,vi saluto con un grande inbocca alupo !!! ciao

  57. 57

    rizzo valerio dice:

    ciaoa tt…mi chiamo Valerio ho 18 anni! Sono 2 anni k penso solo al cibo ho perso all’incirca 17 kg da quando ho iniziato a mangiare poco… ansi un periodo nn mangavo quasi nnt…il mio unico pensiero era dimagrire dimagrire dimagrire…sono rimasto sensa un amico solo…per fortuna ho una famiglia meravigliosa e una ragazza stupenda k mi sta vicino…da circa un mese frequento un nutrizionista il mio rapporto con il cibo sta migliorando poco alla volta…se penso hai rischi k sono andato in contro( anoressia,bulimia,collssi eccc) mi sento male…per nn parlare del male k sto facendo hai miei genitori k nn ce la fanno piu a starmi dietro…ho perso un anno di scuola per colpa del cibo…Per non parlare del mi pensiero fisso delle kcal k diventava ogni giorno piu opprimente…Ora però credo di aver finalmente capito k nn ha senso tt ciò…Sto iniziando ad avere un rapporto piu sanocon il mio corpo…e sto riprendendo in mno la mia vita poco all avolta anke se la strada da conpiere è lunga….lunghissima ci vorranno anni…voglio dare una cosiglio a tt le persone k vogliono dimagrire…NON FATE MAI DI TESTA VOSTA AFFIDATEVI SEMPRE A PERSONE COMPETENTNTI I RISCHI A CUI SI VA INCONTRO SONO TANTI E SONO ORRIBILI SI PROVANO SENSAZIONI INDICIBILI E ORRENDE VI PREGO NN FATE MAI UNA DIETA DI VOSTA INIZIATIVA VE NE POTRESTE PENTIRE X TUTTA LA VITA….!un inbocca a lupo a tt le persone k hanno i miei stessi problemi e k stanno cercando di risolverli e a tt coloro k ankora li hanno…ciao (scusate per l’italiano orribile ma sto male se penso a quello k ho passato e nn riesco nemmno a scrivere)

  58. 58

    rizzo valerio dice:

    scusate gli errori!

  59. 59

    astri dice:

    sono ano da quando avevo 10 anni ora ne ho 53 e sono peggiorato cosa devo fare?

  60. 60

    raffaella di donna dice:

    Cara astri,
    si può uscire dall’anoressia, e come spesso diciamo il primo passo è proprio rendersi conto di avere una malattia, come tale devi rivolgerti a medici specializzati.
    In alto trovi i numeri dei centri per i dca convenzionati dal ssn e quindi gratuiti più vicini casa tua, contattali al più presto, per il resto noi siamo qua e se vuoi abbiamo anche un forum dove puoi parlare di questi problemi, e d altro!!
    A presto e in bocca al lupo

  61. 61

    xxxx dice:

    leggi la mia storia. sono guarita dalla bulimia. prima però l’ho raccontata. per me è stata peggiuo di un film horror.

    “Taglia trentotto. Bulimia amore e rabbia”. Edizioni Memori 2010

  62. 62

    vale dice:

    ciau, non sono riuscita a leggere tutti i vostri commenti, ma pare un blog interessante.. e forse utile. io …vivo in una situazione per ora sembra stabile..non ho ancora capito come sia avvenuto, ma rispetto ai 37 kg della scorsa estate, posso dire che sono più in “carne” , anche se detesto il rileggere questa parola che ho appena scritto… sto comunque un pò meglio. sono musicista, probabilmente non avessi avuto la musica, non sarei più in vita già da tempo…cosa volevo dire… ah, ho 29 anni e ufiicialmente ci sono entrata a 13 anni.. anche se sembrerebbe per alcuni psicanalisti e psicolgi che ne soffra dalla primissima età..
    mi sono e continuo ad analizzarmi molto, ogmi giorno , ogni momento che vivo. personalmente nella mia esperienza non ho trovato nessun dottore di tale efficenza per potermi aiutare, quello che posso a mia meraviglia e con grande orgoglio esprimere qui, sono i miei progressi da me conquistati a pieno titolo ” solistico”. e penso che quello che mi ha e mi sta aiutando molto,sia la piena e completa accettazione della malattia, riconoscerla ed in nessun modo cercare di contrastarla.. ma di capirla e capire perchè ,per quanto riguarda la mia situazione, questo demone che sento dentro di me sia così violento con me nei confronti , anzi , nell’identificazione del cibo. ebbene, ho capito che questo demone non accetta in assoluto di essere non ascoltato, non accetta la violenza nell’occupazione degli spazi da parte delle altre persone nei miei confronti, non accetta di fare finta di nulla ed ingoiare quello che non vuole sentire, o un torto subito, un atteggiamento ipocrita da parte di qualcuno, una falsa carezza, un finto sorriso, non lo accetta ne da me ne dalle altre persone nei miei confronti. ecco, io… mh, ho notato che ..imparando ad ascoltarlo, questo demone o questa malattia che io vedo in me e sento di identificare così, ecco.. imparando a fare questo a darmi maggiore ascolto, ogni volta che riesco a capire il suo disagio e lui diciamo si sente capito.. mi da la possibilità di nutrirmi, anche se poco, ma è più dolce nei miei confronti…. so che può essere un pò bizzarro come paragone.. ma facendo in questo io ho imparato a comunicarci e a viverci.. di conseguenza a migliorare. ;) un caldo e forte abbraccio a tutte le persone che vivono quotidianamente un firte disagio e contrasto co se stessi.

  63. 63

    georgie dice:

    Ciao a tutti ragazzi!!! io sto scrivendo qui x sfogarmi e volevo dire ke sofro da 2 anni per anoressia.. e sono stata anke in un centro a verona ma è stato inutile perke li mi mettevano solo sontino e cosi sono ingrassata e ora voglio DIMAGRIRE!! kmq ora sono 60 kg x 1,70 xfavore aiutatemii

  64. 64

    Marina Morelli dice:

    Certe volte mi chiedo qual è il criterio perchè una persona chieda aiuto per perdere ulteriore peso in un articolo dove si parla male proprio dell’anoressia…

Lascia un commento




Il tuo commento: